La nostra estate 2020 - Albisola

Albisola Turismo

La nostra estate 2020

Tra musica, teatro, cinema ed animazione, è trascorsa anche la stagione estiva 2020, in cui il Comune di Albisola, nonostante la situazione di difficoltà legata alla pandemia, è riuscito a realizzare un ricco calendario di manifestazioni ed eventi. Tre le location principali prescelte, in cui è stato possibile garantire il distanziamento fisico e la sicurezza di tutti i protagonisti di questa stagione insolita: l’Arena Leone, in via San Pietro, la Terrazza sul Mare sulla passeggiata Montale ed il Parco dell’Accoglienza, presso il Santuario della Pace.

L’Assessore al Turismo, Sport, coordinamento eventi e manifestazioni, Luca Ottonello, nel presentare la stagione estiva aveva dichiarato: “La scelta fatta dalla nostra Amministrazione, per quest’estate, è stata chiara: abbiamo voluto guardare avanti, senza fermarci davanti alle difficoltà. Abbiamo voluto, quindi, dare un segnale di ripresa a tutta la nostra cittadinanza e a tutti i turisti, che hanno scelto anche quest’anno Albisola, per trascorrere le vacanze estive, offrendo loro un programma di intrattenimento, manifestazioni e spettacoli, che possa permettere di distrarsi, passare serate leggere e coinvolgenti dopo i mesi difficili che abbiamo affrontato, a causa della pandemia da coronavirus. Un calendario ristretto come orizzonte temporale (da metà luglio a fine agosto), ma ugualmente ricco di proposte di qualità, tutte coerenti con le disposizioni vigenti, per soddisfare esigenze e gusti differenti”.

A distanza di 12 anni è ritornata l’arena estiva cinematografica ad Albisola Superiore, nel cortile dell’edificio delle ex scuole San Pietro, dove era stata attiva nelle estati fra il 2002 ed il 2006. Il progetto è nato da un accordo di partenariato tra il Comune di Albisola Superiore e l’Associazione SAS che gestisce il Cinema Teatro Don Natale Leone: in un periodo difficile, il cinema all’aperto di Albisola è stato uno dei pochi in provincia a dare la possibilità a cittadini e turisti di godersi una serata davanti al grande schermo. Da fine giugno ad inizio settembre, tutti i giorni ad esclusione della domenica, il pubblico ha potuto assistere alla proiezione dei film della stagione 2019/2020 e a qualche novità.

Oltre all’Arena estiva, che è stata la grande novità dell’estate, la protagonista di molte serate è stata la musica: dal 15 di luglio fino all’inizio di settembre sono state molte le occasioni per ritrovarsi ad ascoltare un concerto, con il mare davanti agli occhi e le stelle sopra la testa. Il programma ha offerto molte proposte di qualità, dedicate a generi diversi: sono tornati sul palco Lorenzo Piccone, songwriters e pluristrumentista albisolese, che ha girato il mondo con la sua musica ed il grande jazz con “The music river” con l’esibizione di cinque musicisti di grande prestigio, a cominciare dal pianista Fausto Ferraiuolo, in arrivo da Parigi. Ha calcato le scene albisolesi anche Eliana Zunino, che è stata accompagnata dall’Albistrings Quartet, nel progetto Meraviglioso. Grande serata anche quella dedicata a Piazzola Portrait, l’anima del tango, con Gianluca Campi, campione del mondo di fisarmonica. Ed ancora i grandi classici del rock, il pop internazionale, i the best di Sanremo, la voce di Nicole Magolie, il teatro ragazzi proposto dall’Associazione Nati da un sogno ed il cabaret per ridere un po’…

Il Parco dell’Accoglienza, presso il Santuario della Pace, è stato sede di due grandi spettacoli, realizzati in collaborazione con il progetto Siproimi. Nella suggestiva cornice del parco urbano, il Sipario Strappato in collaborazione con il Teatro Sacco e il Circolo Culturale Madness hanno messo in scena due spettacoli teatrali emozionanti: La Liguria dei Poeti, un viaggio teatrale nella poesia ligure del ‘900, intervallato dalle canzoni dei più importanti cantautori liguri e Terra Madre, un viaggio nella terra d’Africa fra natura, cultura, carovane dei mercanti e dei migranti. Giovedì 30 luglio, inoltre, al Parco dell’Accoglienza è stato inaugurato il nuovo percorso sensoriale “A piedi nudi nel Parco”: un piccolo sentiero da percorrere senza scarpe, per scoprire tutte le sensazioni che si provano a camminare a piedi scalzi su diverse superfici, tutte naturali, dal prato all’inglese al terriccio, dalla corteccia ai tronchi di acacia in sezione circolare, e poi sabbia, ciottoli, piante aromatiche… Il percorso, ideato e realizzato pensando ad un'esperienza di contatto diretto con la natura, coinvolge tutti i sensi e le nostre capacità percettive, creando stupore e coinvolgimento, in grandi e piccini.

Non sono mancati i mercatini, lo streetfood dell’August Fest, le attività ed i laboratori per i bambini, le mostre nello spazio espositivo presso lo IAT di piazzale Marinetti compresa la quarta edizione di Mondomare Festival, concorso internazionale di arte ceramica.

L’estate 2020 sarà ricordata anche per la riapertura al pubblico di Villa Gavotti, grazie alla collaborazione con la delegazione FAI Giovani di Savona, che ha proposto la visita del giardino e di alcune sale, di quella che è considerata una delle più belle ville italiane del ‘700, magnifico esemplare del cosiddetto “barocchetto genovese”. Le visite, cominciate in occasione delle giornate Fai all’aperto nel mese di giugno, sono state riproposte ogni ultimo sabato del mese a luglio, agosto e settembre, mentre ad ottobre la Delegazione Fai ha riproposto la visita di Villa Gavotti nelle Giornate FAI d’Autunno, con risultati straordinari in termini di presenze.

Anche la prima parte dell’autunno è stata caratterizzata da tante iniziative svolte all’aperto: dalla manifestazione Benvenuto Autunno svolta al Parco dell’Accoglienza, fra escursioni e laboratori per conoscere AIB Albisola ed Associazione I Lupi, fondamentali per tutte le attività di protezione civile del territorio. Domenica 11 ottobre Albisola ha festeggiato l’arrivo dell’autunno con una bella escursione lungo i sentieri recentemente recuperati di Luceto ed Ellera, in collaborazione con ASD OSA Outdoor Sport Activity. Il primo itinerario proposto è stato Luceto-Ellera, con transito in località Canavisse, per un percorso di 7 Km e mezzo, con dislivello di 400 metri: alla partenza fissata per le ore 9 presso il CRCS Luceto erano presenti, nonostante le condizioni meteo non favorevoli, un centinaio di persone. La seconda escursione si è svolta lungo l’itinerario ad anello di Ellera, di 10 Km, con dislivello di 500 metri e passaggio su Bric Schiena, Bric Brigna, Loc Striera: all’escursione, partita al pomeriggio da piazza Cairoli, hanno partecipato 130 persone. La rete sentieristica, composta dai due sentieri appena inaugurati, che si sono aggiunti al sentiero San Nicolò/Castellaro/Pace e Luceto/Pian del Pero/Luceto, è percorribile liberamente tutto l’anno.


Visualizza la nostra "Fotogallery Estate 2020"